Blog

Come puoi renderti la vita più facile

Le definizioni correnti della parola facile parlano di ciò che non richiede alcuna dote o applicazione particolare, oppure che si può eseguire senza complicazioni, che non comporta problemi. Agevole, comodo, che non presenta difficoltà.

Come avrai notato tutto ruota intorno al concetto di agilità, di mancanza di difficoltà, di assenza di applicazione e sforzo.

Quante cose nella tua vita ti riescono facilmente? Che cosa riesci a fare senza una particolare applicazione e/o sforzo?

Potrebbe subito venirti in mente la risposta, oppure no.

Perché magari ci sono cose che ti riescono con una tale naturalezza e facilità da non attirare neppure la tua attenzione.

Potrebbe essere qualcosa tipo cucinare, oppure scrivere, o magari interagire con le persone, o molto altro ancora.

E questo può riguardare tanto la tua vita personale, quanto quella lavorativa.

Il punto però è che quello che per te può essere facile, per un’altra persona magari non lo è affatto. E viceversa per te: potresti essere molto abile nello scrivere dei pensieri profondi e intensi, ma poi essere un disastro nel relazionarti di persona con il prossimo.

Le variabili sono molte. Fatto sta che in un certo momento della tua vita puoi trovarti nella necessità o avere la volontà di imparare a fare qualcosa, che per te potrebbe essere tutt’altro che facile, anzi, molto difficile.

E questo può metterti seriamente alla prova.

In questo frangente puoi scegliere se continuare con determinazione per la strada difficile, o lasciare perdere e tornare sui tuoi passi.

In entrambe i casi si tratta di trovare il giusto equilibrio.

A questo punto ti propongo un paio di riflessioni che potrebbero tornarti utili:

1. Osserva che cosa è facile per te.

Quello che ti riesce facile ti aiuta a capire le cose per le quali hai un’attitudine naturale, che puoi incrementare e coltivare senza difficoltà, sulle quali puoi puntare per avere dei risultati gratificanti.

2. Troppo difficile non funziona.

Insistere eccessivamente su quello che ti riesce a fatica può avere senso solo se ha una fine (in termini di tempo) e un fine ben preciso (in termini di obiettivo).

Porti un obiettivo, spenderti per raggiungerlo nonostante le difficoltà va benissimo. Ma renderti la vita costantemente difficile senza arrivare da nessuna parte non va bene, non ti fa bene.

Detto questo puoi provare a considerare quello che ti viene facile per trovare i tuoi punti di forza e, per quello che trovi difficile, provare a chiederti: perché lo sto facendo?

Questo potrebbe renderti la vita un po’ più facile, e dare un senso alle cose difficili.

Se poi ti va di condividere con me i tuoi pensieri a tal proposito, scrivimi pure a info@elenafelmini.it, sarò felice di leggerti e di risponderti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *