Blog

Guardati intorno e ascolta i tuoi sogni: il chakra del terzo occhio.

Ci sono dei momenti in cui hai la sensazione di non vederci chiaro. Può succederti in situazioni che non conosci, oppure quando hai a che fare con persone nuove.

Apparentemente non c’è nulla che non va, ma quello che vedi non ti basta, c’è qualcosa che ti sfugge, come se non ti avessero detto tutto quello che c’è da sapere, come se tu non avessi capito fino in fondo.

Questo ti capita quando il tuo intuito, cioè la tua capacità di sapere, riconoscere e sentire tutto ciò che ti serve per godere di una vita piena, equilibrata e felice, non ti sta parlando come vorresti.

In pratica la tua vista, il tuo udito e gli altri sensi ti dicono che qualcosa esiste, ma solo la vista interiore (possiamo anche chiamarla intuito, terzo occhio, inconscio) ti dice CHE COSA E’.

Il sesto chakra collega quello che VEDI con il significato che questo ha per te.

Si chiama terzo occhio o sopracciglio, perché ha a che fare non solo con la vista, ma con un modo diverso di vedere le cose: profondo e simbolico.

Il sesto chakra porta alla luce della tua coscienza tutto quello che esiste dentro e fuori di te, combinando le informazioni portate dagli altri chakra che fanno esperienza del mondo. La combinazione di queste informazioni si chiama SCHEMA, ed è quello che ti permette di dare un senso alle cose che vedi e che vivi. Lo schema mette insieme passato, presente e futuro. Ogni volta in cui ti trovi in una nuova situazione automaticamente metterai in pratica lo schema che conosci, se non basta ne dovrai creare di nuovi.

Il modo in cui deciderai di usare questo schema è l’inizio della saggezza.

Ma tornando alla vista e alla capacità di vedere le cose A. Judith ne parla in questi termini “Imparare a vedere è una questione di imparare il modo in cui guardare e di avere la pazienza di guardare abbastanza a lungo per trovare quello che si cerca”.

Chiudi tutti e due gli occhi e guarda con l'altro che è rimasto aperto. Rumi
Chiudi tutti e due gli occhi e guarda con l’altro che è rimasto aperto. Rumi
Per affinare questa capacità può essere utile lavorare con i tuoi sogni.

I sogni sono il collegamento tra la mente conscia e quella inconscia, e ti offrono una visione alternativa della realtà che vivi tutti i giorni: ti possono dare un sacco di notizie su come stai vivendo nel profondo le cose che ti succedono. Ascoltarli è un’ottima maniera per contattare la tua parte più profonda e intuitiva: quella che da’ il tuo significato vero ed autentico alle cose che vedi.

Ecco come puoi fare:

1. Quando vai a letto alla sera dichiara che vuoi ricordare i tuoi sogni.

2. Prima di addormentarti rivedi al contrario la tua giornata, pensando  all’ultima cosa che hai fatto  e andando poi a ritroso all’inizio della giornata.

3. Quando ti svegli non cambiare posizione e rivedi mentalmente il sogno che hai fatto.

4. Tieni vicino al letto quello che serve per scrivere e annota tutto quello che ricordi appena sveglia: fallo usando il tempo presente, riportando più dettagli possibili ed eventualmente disegnando simboli e immagini. Non affidarti alle interpretazioni standard dei simboli, quello che conta è il significato unico e irripetibile che quel sogno ha per te. Ricordati dello stato d’animo che hai provato durante il sogno e racconta a qualcuno il tuo sogno.

Tutto questo ti servirà ad entrare in contatto con le tue parti più profonde, usandole come alleati nella tua comprensione del mondo.

Sei pronta ad ascoltare i tuoi sogni?

Commenti

  • Silvana

    Questa notte ho sognato che prendevo per mano una bambina, molto piccola, sistemando il cappellino ho visto che aveva un terzo occhio, perfettamente allineato ed in mezzo agli altri due. Non ho provato stupore o altro. Volevo farla giocare, stare con lei.
    Può indicarmi una chiave di lettura?
    Grazie mille
    Nanà

    • Elena Felmini

      Ciao Nanà,
      il terzo occhio ha a che fare con l’intuito, la tua capacità di vedere le cose oltre la vista normale. Probabilmente il tuo rapporto con questa parte di te è sereno e giocoso. Ti suggerisco per le prossime notti di tenere nota di tutti i tuoi sogni (come scrivo nel post) e poi di rileggere quanto hai scritto a distanza di qualche giorno: vedrai quanti spunti utili e interessanti potrai ottenere dal tuo mondo onirico!
      Un abbraccio e grazie per il commento.

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *