Blog

Psicologia e chakra

I chakra sono definibili come “ruote di energia” localizzabili nel tuo corpo in zone ben precise. Ognuno di loro è legato, da un punto di vista psicologico, ad emozioni e tratti di comportamento.

I chakra sono anche rappresentabili con simboli, colori e sono associabili ad odori, elementi naturali e pure suoni.

In altre parole sono una sorta di mappa che può servire ad orientarti dentro di te, perché simboleggiano e racchiudono gran parte della gamma dei pensieri e delle attitudini umane.

In questo senso la psicologia può usarli come strumento per leggere tanti aspetti della tua vita.

Personalmente li studio e li uso come strumento di lavoro da tanti anni. E più li conosco, più ne scopro le enormi potenzialità. Da sempre infatti sono una convinta sostenitrice dell’utilizzo di strumenti intuitivi per la conoscenza di se’: come la musica, l’espressione grafica, i simboli, l’arte.

I chakra sono arrivati intatti nella loro efficacia fino ai giorni nostri, superando la prova più ardua, quella del tempo, e riuscendo a comunicare in modo semplice e immediato a chi vuole usarli come strumento di benessere.

E come puoi trovare benessere grazie ai chakra?

La risposta è semplice e ricca allo stesso tempo: il sistema dei chakra funziona bene quando tutte le sue parti sono in equilibrio tra di loro.

Ogni chakra infatti può essere in eccesso, in equilibrio o in carenza.

Hai un chakra in eccesso quando c’è un sovraccarico di qualche tipo, mentre è carente quando manca qualcosa.

Ti faccio un esempio: un’eccessiva ansia per il tuo benessere materiale, per i soldi e tutto quello che ne consegue, può avere a che fare con un chakra della radice carente. Questo chakra infatti riguarda la sicurezza materiale, la sopravvivenza, la sensazione di sentirsi più o meno radicati. E questo è il primo chakra, quello che sta alla base di tutto il sistema, se le radici non sono salde, tutto il resto faticherà “a stare in piedi”, come un albero con le radici deboli.

Capito che cosa intendo?

Ma niente panico, ci sono molti modi che puoi usare per equilibrare un chakra in squilibrio: puoi trovare il tuo e poi applicarlo, usando azioni, visualizzazioni, affermazioni e molto altro (te ne parlerò meglio nei prossimi post).

Per farti capire ancora meglio come funziona questo fantastico e antichissimo sistema ho preparato una mappa che puoi scaricare qui.

Come ti ho detto più avanti ti racconterò dell’altro, ho in serbo una fantastica sorpresa a riguardo che non vedo l’ora di raccontarti, ma intanto sono curiosa di sapere che cosa ne pensi: conosci i chakra? Hai già avuto modo di farne in qualche modo esperienza? Se vuoi scrivimi le tue impressioni qui sotto, oppure mandami una mail a info@elenafelmini.it

In attesa di parlartene ancora spero di aver stimolato in te l’energia giusta per ascoltarti con questo bellissimo e antico strumento di conoscenza. A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *