Blog

Splendere non vuol dire bruciare

Hai presente quelle giornate infinite? Quelle che iniziano già la sera del giorno prima perché a luci spente nel letto hai visto più e più volte (tanto per essere sicura di non aver tralasciato nulla) tutto quello che dovrai fare l’indomani?

Quelle giornate non tanto diverse da altre già vissute ma, chissà perché, sono più lunghe delle altre?

Ecco, oggi ho trascorso una di quelle giornate.

Quindi ti sto parlando a ragion veduta.

Eppure, nonostante la fatica, accentuata da una sorta di jet lag da ora legale, mi sento una specie di eroina/guerriera, e sai perché?

Perché CE L’HO FATTA!

Ed ho proprio voglia di scrivertelo in questo post.

Quando ti senti tutt’altro che splendente, brillante e figosissima, perché eventi di varia natura ti sono passati addosso tipo schiacciasassi, guardati indietro e ditti senza indugio – Ce l’ho fatta!

Ce l’hai fatta a stare a galla, a fare tutto ( o quasi) quello che dovevi, a districarti un giorno ancora tra lavoro e vita personale.

Ed è questo che ti rende splendida: ossia che ce l’hai fatta.

Ma questo non basta, perché te lo devi riconoscere. Solo tu puoi riconoscerti quanto vali e quanto sei stata brava.

Dittelo, riconoscitelo e vedilo.

Difficilmente gli altri ti vedranno splendida se tu per prima non ti ci senti.

Ma per non bruciare tutte le tue energie sarebbe bello che riuscissi a vedere, quando c’è, anche la tua stanchezza. Perché in dose ragionevoli è fisiologica e ci sta: magari è un momento della tua vita in cui devi spingere l’acceleratore più del solito. Ma se diventa cronica allora è importante che ti fermi e che ti ascolti un po’.

Magari alla sera, prima di addormentarti, non pensare a quello che dovrai fare domani (quello lo puoi scrivere su un quaderno/agenda/notes dedicato), ma rivedi la tua giornata trascorsa pensando:

– Oggi ce l’ho fatta a…

Seguita dall’elenco delle cose che hai fatto, al termine del quale potrai dirti:

…e per questo sono splendida!

La tua autostima te ne sarà molto grata e tu potrai ridurre quel senso di incompiutezza che è inevitabile se pensi a tutto quello che devi ancora a fare.

Allora sei pronta a splendere e a brillare come un diamante?

Commenti

  • anna

    ecco …..quello che mi serviva sentirmi dire !
    e soprattutto è importante capire quando è il momento di fermarsi un momento
    per poter poi continuare a FARCELA

    grazie Elena
    <3

  • Elena Felmini

    Ciao Anna!
    Felice di averti detto una cosa utile e che soprattutto ti abbia dato la spinta per continuare a farcela… Dai dai dai!

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *